RIVITALIZZAZIONE VISO E COLLO

La rivitalizzazione del viso e del collo con acido jaluronico, collagene e rimedi omeopatici può essere eseguita sia come terapia che come prevenzione. La cute, che riveste il corpo umano, è costituita da: Epidermide, la parte superficiale; Derma, strato intermedio formato da tessuto connettivo, molto vascolarizzato e Ipoderma, tessuto connettivo lasso che collega il derma agli organi sottostanti. È nel derma che troviamo le strutture di sostegno dell’epidermide: fibre collagene, fibre elastiche, acido ialuronico che garantiscono elasticità, tonicità e idratazione alla cute preservandone l’aspetto giovanile e la bellezza.

L’ acido jaluronico (o acido ialuronico, HA) è essenziale per il mantenimento dello struttura e delle funzioni della pelle. È un polisaccaride che si lega fortemente alle molecole di acqua, trattenendo l’umidità per mantenere la pelle idratata. L’HA interagisce, inoltre, con molti componenti molecolari e cellulari della pelle come le fibre elastiche e il collagene. In particolare, il collagene è una proteina che costituisce il derma per il 70- 80% e ha come principale funzione quella di sostenere il tessuto preservandone l’integrità strutturale e di fornire alla superficie cutanea la sua elasticità caratteristica. Ma il tempo, lo stress ossidativo, l’esposizione prolungata al sole, la cattiva alimentazione, errate abitudini di vita alterano la qualità e la quantità di questi elementi, attraverso una diminuzione dell’attività fibroblastica deputata alla produzione di fibre collagene, elastiche e di acido jaluronico, causando l’invecchiamento cutaneo e la comparsa di rughe.

Anche nella rivitalizzazione interviene la medicina omeopatica con la metodica terapeutica mesoterapica detta “Biorivitalizzazione o Biolifting” che consiste nell’iniettare, con aghi sottili, piccole quantità di rimedi a base di acido jaluronico e collagene omeopatizzati che, stimolando la reattività cutanea, garantiscono nuova produzione degli elementi che nel derma mancano. Inoltre si uniscono al cocktail altri rimedi che servono per depurare la cute e l’organismo dalle tossine accumulate, per migliorare la circolazione ematica e quindi anche l’ossigenazione e la nutrizione cellulare.

La rivitalizzazione del viso e del collo con acido jaluronico, collagene e rimedi omeopatici può essere eseguita sia come terapia che come prevenzione. La cute, che riveste il corpo umano, è costituita da: Epidermide, la parte superficiale; Derma, strato intermedio formato da tessuto connettivo, molto vascolarizzato e Ipoderma, tessuto connettivo lasso che collega il derma agli organi sottostanti. È nel derma che troviamo le strutture di sostegno dell’epidermide: fibre collagene, fibre elastiche, acido ialuronico che garantiscono elasticità, tonicità e idratazione alla cute preservandone l’aspetto giovanile e la bellezza.

Molto efficaci, nella fase di biorivitalizzazione, sono i peeling del viso che hanno un effetto levigante e, rimuovendo lo strato superficiale di cellule morte, danno luminosità al viso favorendo anche l’azione delle sostanze rivitalizzanti che si iniettano successivamente. I peeling hanno diversa aggressività in base all’acido utilizzato. L’acido glicolico, insieme all’acido tricloroacetico, sono quelli che richiedono maggiori precauzioni perché sono i più forti e quelli che penetrano più in profondità. Prima di procedere al peeling la cute va preparata per circa due settimane con creme che contengono queste sostanze, ma a concentrazioni minime. Dopo questo periodo si può passare al peeling vero e proprio usando concentrazioni maggiori. Le sedute sono distanziate di una decina di giorni l’una dall’altra e il loro numero varia da caso a caso. Molto più blando è il peeling all’acido mandelico che non richiede preparazione, è efficace, si può fare anche nel periodo estivo ed ha anche un effetto antinfiammatorio.

Nell’ambito dei peeling, è di estremo interesse il: Vandel peel, un trattamento a base di Acido mandelico molto efficace per la riduzione di piccole rughe, macchie scure del viso e delle mani e, soprattutto, per la cura dell’acne in fase attiva e per il miglioramento degli esiti cicatriziali di questa malattia della pelle. Il trattamento si articola in 4 sedute a cadenza settimanale in cui, dopo la preparazione della pelle con Vandel latte detergente, si stende l’acido mandelico sul viso, si tiene in posa per circa 5′ e poi si neutralizza. La seduta si conclude con un massaggio con Vandel skin crema. Dopo queste quattro sedute, se ne eseguono: 1 ogni 15 giorni per il primo mese, poi una volta al mese come terapia di mantenimento. Il trattamento è reso più efficace dall’uso domiciliare di Vandel latte e Vandel skin. Il costo di ogni seduta è di 50 euro.

Brevi cenni di anatomia della cute

La cute è costituita da tre strati: epidermide derma ipoderma.

L’epidermide è formata da cellule epiteliali che, spostandosi verso l’esterno, si trasformano attraverso un processo di cheratinizzazione.

Il derma conferisce elasticità alla pelle e contiene fibre elastiche e collagene immerse nella sostanza fondamentale costituita da acido jaluronico, responsabile dell’idratazione cutanea. In questo strato sono presenti vasi capillari, follicoli piliferi e ghiandole sebacee.

L’ipoderma è costituito da tessuto adiposo che serve da protezione per gli strati superiori.

FISIOLOGIA DELLA CUTE

La cute ha numerose funzioni:

  • meccanica, grazie ai cuscinetti adiposi dell’ipoderma
  • protettiva, esercitata dal ph acido che impedisce lo sviluppo di agenti microbici
  • pigmentaria, legata alla presenza dei melanociti che la proteggono dai raggi ultravioletti
  • secretiva, per la produzione di sebo e sudore a fini termoregolatori e depurativi
  • sensitiva, legata alla presenza di specifici recettori e terminazioni nervosi.
INVECCHIAMENTO CUTANEO

Col passare del tempo la pelle tende al cedimento e alla formazione di rughe perchè i livelli di collagene, elastina e acido jaluronico si riducono e le ghiandole sebacee, divenendo meno attive, rendono la cute più secca e più soggetta alla formazione di inestetiche pieghe. A questo si aggiunge che, mentre nella pelle giovane le cellule cutanee si rinnovano circa ogni 15-30 giorni, con l’invecchiamento questo processo avviene nel doppio del tempo con conseguente peggioramento dell’aspetto della pelle che diventa più spenta. Altro importantissimo elemento è dato dall’aumento, per ridotta eliminazione, dei radicali liberi che danneggiano irreversibilmente i tessuti. Infatti, con l’età, vengono meno i meccanismi enzimatici preposti alla inattivazione di queste sostanze. I radicali liberi si formano per varie cause che vanno dalle infiammazioni, all’inquinamento; dall’assunzione di medicinali, agli squilibri alimentari; dalla ridotta introduzione di vitamine con la dieta, all’esposizione esagerata ai raggi ultravioletti. I cambiamenti che si verificano all’interno della pelle sono accompagnati e aggravati dall’azione della forza di gravità che attira i tessuti verso il basso, determinandone il cedimento. Possiamo distinguere le rughe in dinamiche e statiche. Le prime sono dovute all’azione dei muscoli facciali che si contraggono permettendoci di sorridere, corrugare la fronte ecc. Le rughe statiche, invece, dipendono dalla perdita di volume e di tono e sono accompagnate da alterazioni del profilo del viso. Come rimediare a tutto ciò? Molto importante è seguire alcune semplici regole di vita:

  • bere molta acqua per mantenere l’idratazione della cute
  • proteggere la cute dai raggi ultravioletti con creme protettive
  • idratare la pelle per mantenerla morbida ed elastica
  • non fumare perchè il fumo riduce l’ossigenazione della pelle invecchiandola
  • ricorrere al trattamento rivitalizzante.
RIVITALIZZAZIONE

Un altro innovativo e validissimo prodotto per rivitalizzare la cute del viso e del collo è il PRX-T33, un peeling a base di acido tricloracetico al 33%, acido cogico e perossido di idrogeno. Il trattamento comprende 3-5 sedute a cadenza settimanale al costo di 70 euro a seduta. Sempre per il viso c’è un altro trattamento molto efficace: la “Electroporo cosmesi” che si esegue con il Timed Chirurgico. Con questa tecnica si risolvono le seguenti problematiche:
E’ un trattamento che serve a reintegrare, a livello del derma, le sostanze assenti o carenti. La maggior parte dei rivitalizzanti che si usano sono a base di acido jaluronico puro che viene iniettato con piccoli aghi sottili che non provocano nè disagio nè dolore. L’acido jaluronico, come abbiamo già detto, è una sostanza naturale contenuta nel corpo umano che aiuta ad idratare e a conferire volume alla pelle. Altro tipo di rivitalizzazione è quella biologica che si differenzia profondamente dal trattamento allopatico, in quanto non opera nel senso di una reintegrazione di sostanze assenti o carenti, ma, con i rimedi omotossicologici si agisce stimolando i tessuti affinchè essi recuperino la loro funzionalità biologica. Uno dei preparati più efficaci è il collagene omeopatico: un organoterapico di derivazione suina, omeopatizzato, che agisce stimolando la produzione di collagene autologo. Con questo prodotto, iniettato nel derma, si ottiene, in poche sedute, un progressivo miglioramento dell’aspetto del viso che appare più disteso e riposato e della pelle che è più compatta e luminosa. Il trattamento con collagene omeopatico può essere eseguito sia come terapia che come prevenzione quando la produzione di questa sostanza, da parte dell’organismo, è ancora a livelli accettabili. In questo caso, le infiltrazioni di collagene mantengono la giovinezza del viso molto più a lungo. Oltre a questo prodotto, l’omotossicologia mette a disposizione una vasta gamma di rimedi che hanno lo scopo di aumentare la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti; altri che servono a ripristinare la funzione delle cellule; altri che tonificano e rassodano a livello muscolare e altri che purificano l’organismo da tossine e radicali liberi. Il trattamento di rivitalizzazione dà sempre ottimi risultati, non provoca dolore, si esegue in poco tempo e non ha costi eccessivi.

  • Invecchiamento della pelle con la riduzione delle fini rugosità
  • Le iperpigmentazioni
  • L’ipotrofia cutanea

Inoltre questo trattamento potenzia l’assorbimento delle sostanze attive messe sulla superficie cutanea, previa asportazione dello strato corneo, rendendo la pelle liscia e luminosa e più permeabile ai prodotti che si vogliono applicare. La metodica è indolore e consiste nel massaggio della cute del viso e del corpo con degli elettrodi rotanti che, muovendosi avanti e indietro, agiscono determinando gli effetti sopradetti. Questo trattamento si può eseguire anche in estate perché, per l’assenza di aghi, non ci sono effetti indesiderati come ad esempio gli ematomi. Con il Timed chirurgico si possono trattare:

  • la couperose del viso
  • le teleangectasie degli altri inferiori
  • le verruche
  • le neoformazioni peduncolate
  • le macchie cutanee del viso e delle mani
  • le cheratosi
  • con efficacia, sicurezza e senza effetti collaterali cosicché, nella maggior parte dei casi, il paziente può riprendere la sua attività lavorativa senza bisogno di convalescenza.

RIVITALIZZAZIONE

costi:
i prezzi variano in base al rivitalizzante utilizzato

numero sedute:
3 o 6

note:
effettuabile tutto l’anno

Servizi

PER SAPERNE DI PIÙ…

Start typing and press Enter to search